Massaggiatrice per preti

Pagina 1 di 3

Per troppo tempo la religione ha fatto danni alle persone e le ha allontanate da Dio. Questa prima esperienza riguarda una persona che conosco da dodici anni, precisamente dall’inizio delle superiori. Ci siamo conosciute e siamo diventate amiche parlando di cose paranormali, io le raccontavo le mie esperienze e lei faceva lo stesso con me; di quanto in quanto ci scambiavamo anche pratiche, in particolare a volte lei riusciva a guarire le persone passandoci la mano sopra e questo l’aveva portata a voler diventare una fisioterapista e a studiare per quello. Avevamo ben chiaro quella che per noi era la prima regola delle ragazze che hanno esperienze paranormali, ossia il “non dirlo ai genitori” e non farlo sapere a nessuno, lei per paura di finire in una caccia alle streghe da parte della chiesa e io per paura di finire studiata in qualche laboratorio strano… tuttavia un giorno ha deciso di confidarsi con il padre e qui la sua vita è essenzialmente finita. Il padre, ex evocatore di demoni diventato successivamente diacono, ha detto che i suoi erano doni di Dio e che dovevano essere usati per i ministri di Dio. Da quel momento oltre a trascinarla di chiesa in chiesa come faceva solitamente, ha deciso di farla diventare massaggiatrice per preti. Aveva 15 anni… all’inizio era contenta di poter essere d’aiuto a suo padre e alla chiesa in generale ma più le settimane passavano più si incupiva, diceva che le faceva schifo toccare quei vecchi e massaggiarli sul sedere. Si è chiusa sempre di più finché non ha cominciato a comportarsi in modo strano, fingeva di tagliarsi, diceva che stava cercando di suicidarsi… un giorno mi ha detto che i preti l’hanno violentata ma non posso aggiungere dettagli su come siano andate le cose perché non mi raccontò altro. In ogni caso dare in pasto una ragazzina a dei vecchi pedofili è un crimine che dovrebbe essere punito gravemente. Dopodiché ha cominciato ad ammalarsi, a girare per ospedali e malattie vere e finte si mescolavano al punto che non capivi più quando diceva la verità e quando era tutto nella sua testa. Ha smesso di massaggiare i preti e chiunque altro; ancora adesso non ne vuole nemmeno sentir parlare di guarire la gente. Per risolvere la situazione suo padre ha pensato bene di esorcizzarla. Che razza di padre era quello pochi lo sanno. Non so esattamente quello che le abbia fatto, da quello che mi aveva raccontato era stata legata ad una sedia con lui che le urlava cose contro e nelle settimane successive l’ha costretta a venire a scuola con una croce al collo alta 15 cm. Lei non è mai tornata in sè, a 17 anni i servizi sociali l’hanno fatta andare via di casa per un anno ma al termine è tornata e ormai maggiorenne nessuno poteva aiutarla. Fisicamente, emotivamente e psicologicamente è a pezzi. Lei non ricorda quello che è successo in quel periodo, o meglio, se glielo dici poi si ricorda ma se pensa al suo passato da sola ha come il vuoto. Ora vive ancora a casa dei genitori che non le permettono di andarsene e non credo ci riuscirà mai. Le condizioni psicologiche a cui è stata spinta dai suoi stessi genitori sono diventate gravi e non ne uscirà mai più. Ogni volta che trova un ragazzo la relazione fallisce nel momento in cui sta per andarsene di casa e si ritrova a stare malissimo fisicamente. Sono tantissimi anni che questa storia va avanti e non può trattarsi di coincidenze. Ogni volta glielo faccio notare ma sembra che le si resetti la memoria, concorda ma è come se non riuscisse ad uscire da quello schema e liberarsi di quella gabbia in cui la tengono incastrata i genitori, specie il padre.

Un’altra esperienza che voglio raccontare è quella di un viaggio che ho fatto con mia nonna a Medjugorie. Lei ci teneva tantissimo a visitare il luogo dove è stata vista la madonna e un po’ perché non poteva andare da sola un po’ perché ero curiosa l’ho accompagnata. Ho passato gran parte del tempo a fare meditazione e a praticare diverse tecniche mentre mia nonna andava in giro con il gruppo di preghiera e il fatto di poter stare a lungo da sola mi ha anche permesso di girare da sola e vedere le cose senza “interpretazioni” dei capigruppo.

 

Pagina 2 di 3

La prima impressione che mi ha dato è stato di un gran caos, era strapieno di bancarelle che vendevano statuine della madonna, rosari e altro. Il posto era assolutamente turistico. L’atmosfera era strana, sembrava di essere immersi in una nuvola di brillantini gialli, come nei film quando la gente entra nel mondo dei sogni. La gente era completamente immersa in questa falsa luce e anch’io mi sentivo strana, compresi dopo che era dovuto alle droghe che somministravano attraverso il cibo che dovevamo consumare durante il viaggio, allo scopo di spingere noi fedeli a credere “in apparizioni” e “in miracoli”. C’era una calma perfetta, assolutamente falsa. Il ricordo che ho più forte di Medjugorje è quella di un vecchio che in quel marasma di gente drogata chiedeva la carità e nessuno dei cosiddetti fedeli gli si avvicinava e un cane strapieno di pulci che girava in mezzo alla gente. Le persone era come se non li vedessero, era assurdo. Quando poi sono andata sulla montagna dove c’era stata “l’apparizione”, mi sono connessa alla frequenza ed effettivamente qualcosa c’era ma quando ho provato a comunicare chiedendo se fosse davvero lei la risposta che ho sentito dentro di me è stata “sono ciò che tu credi io sia”… il che significa tutto o niente. La cosa mi ha lasciato ancora più perplessa perché il primo giorno ero andata nello stesso punto a cercare se c’era qualcosa e ho percepito quella frequenza solo che mi sembrava una minaccia. Quando invece c’è stata la veggente che richiamava ad orario la falsa madonna non ho sentito alcuna frequenza, qualcosa c’era ed era possibile vederlo ma non era reale, più come un ologramma. Quando sono tornata avevo un ricordo completamente sballato di quel luogo, da un lato ero convinta che fosse super positivo e di aver vissuto un’esperienza bellissima, dall’altra c’era qualcosa che stonava. Mi ci sono voluti anni per capire che sotto quell’apparenza luminosa si nascondesse qualcosa di molto più oscuro e praticare contro la falsa luce e alieni connessi mi ha sbloccato sentimenti ed emozioni che erano stati opacizzati, permettendomi di vedere con più chiarezza quanta oscurità ed ipocrisia ci fossero dietro alla facciata dei “tutti belli, fedeli e felici”. Quello che si nasconde dietro la Chiesa è inimmaginabile se si ascolta ciò che viene propagandato ma guardando le azioni si trovano sempre più contraddizioni che fanno crollare tutto il teatrino. La Chiesa non vuole il nostro bene, non l’ha mai voluto e questo è uno dei pochi periodi storici in cui possiamo parlarne onestamente senza rischiare di essere uccisi (noi però perché in altri luoghi del mondo per la religione oscura si muore). Nel corso degli anni e dei secoli hanno deriso e cercato di umiliare e far dimenticare gli psichici, ipnotizzare la gente fino a renderla una massa di pecore stupide terrorizzate dall’idea di finire all’inferno che si comportano tutti pace e amore in pubblico e in privato diventano violenti.

Da bambina mia nonna ha lavorato per la Chiesa, in un luogo di villeggiatura per preti e mi ha raccontato che sfruttavano moltissimo i bambini e gli davano a malapena da mangiare costringendoli però a servire tantissimo cibo ai preti che si trovavano lì, al punto che mi ha raccontato che a volte dovevano rubare i cachi dall’albero per mangiare qualcosa. Quando poi mia nonna ha smesso di lavorare con loro non ha più voluto avere niente a che fare con qualsiasi cosa legata alla chiesa e alla religione.

Per concludere la mia testimonianza, so che un diacono di mia conoscenza è a capo di un gruppo di preghiera segreto in cui tra le altre cose “meditano sulla passione di Cristo” e su quanto inutili ed indifesi siano gli esseri umani.

 

Pagina 3 di 3

Quando mi è stato raccontato non avevo collegato di che cosa si trattasse ma leggendo gli articoli sulla setta ho capito che si trattava della Setta e che quella loro “preghiera” è molto più pericolosa di quanto avessi pensato all’inizio. Questa persona in genere è molto negativa e diffonde pesantezza ma mi è capitato di vederlo mentre parlava con altri della sua cerchia, in quel caso la sua energia cambia improvvisamente, lui che sta sempre curvo si raddrizza, diventa carismatico, super influente e manipolatorio in un modo in cui sei spinto a dargli ragione e pendere dalle sue labbra. Non sembrava più nemmeno lui e sebbene non l’abbia visto altre volte fare questa cosa, mi è stato raccontato da altra gente e sembra che si verifica solamente quando parla di cose legate al suo gruppo o alla chiese in generale. Sembra che i componenti di questo gruppo (sono circa una sessantina di persone dai 40 ai 60-70 anni) siano convinti di avere un nemico comune, la massoneria, e di fare quello che fanno per contrastarla. Il vescovo della mia zona dirige un gruppo satanico/massonico, questa cosa è conosciuta tra la gente ma mi è stata confermata dalla figlia di questo diacono. Un’altra cosa sempre legata alla chiesa, nella mia zona tempo fa un prete ha scritto un libro sul modo in cui la chiesa manipola le persone per “fabbricare” i preti estirpando da loro ogni possibilità di ragionamento critico. Il libro si chiama proprio “la fabbrica dei preti” e la chiesa ha fatto di tutto per farlo sparire. Nonostante siano passati tantissimi anni e il libro sia in friulano (quindi il numero di lettori era già limitato) ormai è quasi introvabile e le copie sono pochissime. Mio papà ha fatto di tutto per trovarlo per cui ho avuto la possibilità di leggerlo e ciò che racconta è al limite dell’irrealtà ma viene confermato da chiunque abbia studiato per diventare prete e ne sia uscito prima di completare la formazione. Come ho già detto, la chiesa ha bloccato le pubblicazioni e cercato di far sparire le copie oltre a zittire l’autore… non c’è nulla di normale in questo.

 

White Wolf

Questo documento è di proprietà di https://significato.online/. Tutti i diritti sono riservati, è vietata qualsiasi utilizzazione non autorizzata, totale o parziale, dei contenuti inseriti nel presente portale, ivi inclusa la memorizzazione, riproduzione, rielaborazione, diffusione o distribuzione dei contenuti stessi mediante qualunque piattaforma tecnologica, supporto o rete telematica, senza previa autorizzazione scritta da parte di Significato.Online. Ogni violazione verrà perseguita per vie legali. ©
0

Aggiungi un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commento *

Nome
Email
Sito Web

Vuoi aggiungere il tuo banner personalizzato? Scrivici a [email protected]