La truffa della Chiesa

Pagina 1 di 4

Voglio raccontarvi come è iniziato il mio percorso religioso, anzi come sono arrivata a frequentare la chiesa. La mia è sempre stata una di quelle famiglie credenti ma non praticante, compresi nonni e zii, a parte qualche eccezione, la chiesa la vedevamo solo nelle ricorrenze di matrimoni battesimi e comunioni. Negli anni 80 cadde un elicottero in un quartiere della mia città, mio padre all’ epoca prestava servizio come poliziotto nelle volanti, fu chiamato per ordine pubblico. In quella occasione gli si avvicinò una donna che con aria preoccupata lo guardò e gli disse che era in pericolo, e che presto una sventura avrebbe colpito lui e la sua famiglia. Mio padre le chiese chi fosse e chi le aveva dato queste informazioni, lei si presentò con il nome di Maria dicendogli che di professione era una veggente, e che se avesse voluto più informazioni poteva recarsi a casa sua. Mio padre incuriosito, dopo qualche giorno si recò a casa di questa signora, dove in presenza di mia madre confermo la tragedia che doveva abbattersi nella mia famiglia, gli disse che qualcuno gli aveva fatto una brutta fattura e vedeva un incidente mortale dove saremmo morti tutti. I miei genitori molto preoccupati decisero di affidarsi a lei, visto che sosteneva di avere capacità di togliere questa sventura. Da quel giorno le frequentazioni con questa donna si intensificarono, ed essendo che aveva anche lei figli spesso e volentieri i miei genitori portavano sia me che i miei fratelli. All’epoca avevo all’ incirca 6 anni e ricordo alla perfezione la casa della signora e quello che mi trasmetteva quando ci entravo. Ricordo l’odore forte di incenso, così forte che ancora oggi se lo sento mi viene il volta stomaco, ricordo che mi faceva paura entrare nella stanza dove lei riceveva i suoi clienti, era piena di candele rosse e libri di magia nera…ne ero terrorizzata, come mi terrorizzava il suo aiutante. Quel signore robusto con un’aria seria, portava sempre una giacca di pelle, che quando entravo e la vedevo appesa all’ attacca panni capivo che era in casa e mi aggrappavo a mio padre. Lui faceva di mestiere il fotografo, e spesso ci teneva a fotografare noi bambini insieme ai figli della signora, in varie ricorrenze. Ci fu un episodio che mi terrorizzò in quel periodo, dove ho iniziato a rifiutarmi di seguire i miei genitori. Un giorno mia mamma chiama la signora per sapere a che ora dovevamo vederci e lei le disse che dovevano annullare l’incontro in quanto la figlia era stata “posseduta” e doveva urgentemente praticare su di lei, potete capire quanto mi scossò questo episodio, non ci dormivo la notte. Fortunatamente dopo svariati mesi di frequentazione mio padre inizia a sospettare di essere stato raggirato, il tutto dopo avergli spillato una somma di 800 mila lire, che a quei tempi non erano pochi. Il distacco fu graduale perché avevano paura che la donna potesse compiere magia nera su di noi, quindi inventano scuse quando lei li chiamava per invitarli a casa. Il distacco definitivo fu quando mio padre una notte sognò Gesù in croce sanguinante. Il mattino seguente mia madre mentre rifaceva il letto si accorse che il lenzuolo dal lato dove dormiva mio padre in direzionene del cuscino fino ad arrivare nella direzionene dei piedi era pieno di goccioline di sangue. Lo chiama per capire se si fosse fatto male, mio padre sorpreso le dice di no, per essere più sicuro entrambi perlustrano ogni centimetro del suo corpo, non trovando nulla, papà racconta il sogno di Gesù a mia madre ed entrambi decisero di andare dal parroco del nostro quartiere per raccontargli l’accaduto e per mostrargli il lenzuolo. Il parroco dopo averli ascoltati e visionato il lenzuolo dice a mio padre che a parer suo era un segno, e che Gesù lo stava richiamando nella sua casa. Da qui ebbe inizio la mia breve vita religiosa, andando avanti con il racconto capirete perché breve. Mio padre da subito ebbe un enorme cambiamento, le sue giornate libere anziché andare in palestra come era suo uso fare le trascorreva a leggere la bibbia e il vangelo, arrivando a fare il chirichetto in chiesa. Era così cambiato che la sera prima di andare a dormire anziché darci un bacio ci faceva il simbolo della croce sulla fronte.

 

Pagina 2 di 4

In quel periodo in chiesa conoscemmo un altra donna di nome Maria anche lei veggente. Vi parlerò di questa donna e come sia riuscita a crearsi un impero di seguaci intorno a lei e come la vita della mia famiglia sia cambiata. Maria negli 70 sosteneva di essere stata scelta dalla Madonna a portare la parola di Dio tra le persone. In quel periodo nessuno credeva a ciò che lei sosteneva, e veniva cacciata da tutte le chiese. Questo non la fermò, un giorno si presentò senza appuntamento nella sede di un vescovo, dove gli raccontò la sua testimonianza con la Madonna e gli lasciò un messaggio da leggere. Il vescovo dopo aver letto il messaggio e alzò il capo per guardala vide che il suo voltò si trasformò, assumendo una serenità celestiale. La donna ancora non soddisfatta, radunò amici e fotografi in una chiesa chiedendo anche la partecipazione di alcune suore dicendo loro che sarebbe successo qualcosa di eccezionale quel giorno. Durante la funzione Maria si alza e si siede a terra sostenendo che la Madonna le stesse parlando, le persone la invitavano ad alzarsi ma lei continuava a stare seduta fino a quando una suora la intima di alzarsi e seguirla in carestia. Alla fine della funzione lei inzia a gridare che dalle sue mani usciva del sangue mostrandole sia ai presenti che ai fotografi. Ci furono altre episodi simili, ma nulla fu accertato per capire il fenomeno. Un degli episodi più eclatanti fu quando comunicò che sull’anta del suo armadio si era stampato il volto di Gesù. Da questo evento nacque nel 1979 il movimento apostolico di cui la stessa era la fondatrice. Quest’anta fu simbolo di pellegrinaggio di molte persone, dove la stessa signora teneva gelosamente a casa sua. Anche i miei genitori incuriositi ed emozionati andarono vedere l’anta, ma restarono al quanto delusi, in quanto non furono capaci di vedere il volto di Gesù come se lo aspettavano. Quando chiesero come e dove dovevano guardare la stessa la rispose che ognuno lo vedeva in modo diverso… beh se per questo anche l’anta dell’armadio di mia mamma guardandolo sembra che ci sia un volto, ma è l’effetto ottico delle venature del legno, anche a me capita di vedere volti nelle mattonelle dove ci sono venature ma certo non grido al miracolo. Ritornado alla signora Maria aveva il vizietto di minacciare chi non avendo fiducia in lei le diceva di non crederla. Voglio raccontare due episodi, il primo fu quando Maria chiese ad una ragazza perché non le credeva, lei le rispose che credeva solo in Dio, indispettita Maria le disse che per punizione sarebbe rimasta senza voce per tre giorni, ovviamente non successe nulla di tutto ciò. La seconda minaccia fu fatta ad un prete esperto e appassionato d’arte, il quale volle visonare a lungo e con molta attenzione quell’anta di armadio tanto famosa. Lo stesso affermò di non vedere nessun volto divino, e volle scrivere una relazione e mandarla al suo vescovo accusando la donna di falsità e pericolosità. Nello stesso periodo il prete si ammala di mieloma. La signora Maria manda un suo seguace dal prete, intimidandogli di strappare la relazione, in quanto la sua malattia era una punizione di Dio per aver messo in dubbio la sua credibilità. Il prete non si fece intimorire e fortunatamente non morì e mandò avanti il suo operato, ma purtroppo non viene preso in considerazione e la donna continua a cavalcare l’onda. Nel 1982 il movimento viene prima sconfessato, ma qualcuno fece orecchie da mercante e continuò a dare fiducia alla donna arrivando nel 2001 dove viene approvato. Lo stesso era seguito da più 60 preti in tutta la regione, e seguaci da ogni parte d’Europa. La donna aveva molto potere decisionale e grazie ai suoi seguaci si creò un impero. Voglio raccontarvi anche alcuni episodi dove ho assistito personalmente.

 

Pagina 3 di 4

La donna spesso saliva sull’altare affianco al prete e iniziava a cantare, anche se non era proprio un canto, emanava un suono lirico, senza aprire la bocca. Lei sosteneva che in quei momenti era il suo angelo che cantava. Tutti i presenti erano estasiati da lei e dal quel suono, mentre a me dava proprio fastidio. Non la si poteva nemmeno fotografare mentre cantava, perché in foto non si vedeva il suo volto ma solo una luce. Posso anche io confermare che spesso il suo voltò cambiava, e se gli altri vedevono qualcosa di celestiale io vedevo ben altro e di molto maligno…. Eravamo arrivati a frequentare la chiesa due volte a settimana, la domenica e il lunedì pomeriggio dove si svolgeva il movimento apostolico, con preghiere canti e balli. Arrivato il mese di Maggio la stessa ci diceva di pregare per la Madonna, quindi mia madre faceva una sorte di altarino in casa, e dovevamo fare il rosario 3 volte al giorno per tutto il mese.

Tornando alla mia famiglia, vi racconto come mio padre ebbe un altro cambiamento quando iniziò a frequentare questo grande gruppo di preghiera. Ogni volta che rientravamo a casa dalla messa o dall’incontro con il gruppo, succedevano forte discussioni tra i miei genitori, parolacce e anche bestemmie, ( cosa strana visto che ancora si dedicava a fare il chirichetto ) questo metteva molta tensione tra noi figli, perché sembrava che noi eravamo invisibili ai loro occhi. Papà è sempre stato un padre presente, tant’è che ho dormito con lui fino all’età di 8 anni, , in quel periodo era diventato assente completamente come genitore, in eccezione di quando era in presenza della signora Maria.

Con il passare dei mesi i miei genitori sembravano quasi estranei e vedevo mia madre soffrire, fino a quando scoprì che di mezzo c’era una donna, una catechista, la quale anche lei faceva parte del gruppetto di preghiera. All’apparenza questa donna sembrava una santa, e spesso veniva anche a casa nostra con la bambina e il marito, tant’è che è riuscita a guadagnare la fiducia di mia madre diventando sua amica. Quando mia madre scoprì questo doppio tradimento, si recò dalla signora Maria raccontandole tutto e sperando di trovare conforto in quella donna che tanto acclamava Dio. La donna le confermò che anche lei sapeva di questo intrigo e che si era limitata ad avvisarli. Mia madre si arrabbiò molto, dicendole che nella casa del signore non si potevano commettere tanta bassezze e adulterio, e anziché avvisarli doveva quanto meno toglierli o farli ravvedere su una cosa grave che stavano commentendo. La signora anziché capire il dolore di mia madre la cacciò via, e nei giorni seguenti mediante un prete ci mandò a dire che nessuno di noi potevamo mettere più piede nel suo gruppo di preghiere/setta perché rischiava di sporcare il suo nome. A distanza di mesi mia madre la incontrò al mercato ed era accompagnata da un amico di mia madre prete, il quale si fermò per salutarla. Il prete si girò verso Maria facendo notare la presenza di mia madre, la stessa guardandola con disprezzo non la salutò e con aria autoritaria intimido il prete a proseguire avanti, lasciando mia madre di stucco per quel misero gesto. È inutile dirvi che questo ci allontanò dalla chiesa, non ci abbiamo messo più piede, facendo vacillare il nostro credo. Non fummo i soli, abbiamo saputo negli anni che molti si allontanaro da quel gruppo di preghiera, e molte persone lasciarono i loro rispettivi partenr, alcune invece venivano cacciati dalla stessa signora Maria senza un reale motivo.Il metodo era sempre lo stesso, prima facevano finta di accoglierti poi ti cacciavano, oppure ti facevano sentire inadeguata se non appartenevi ad un certo ceto soaciale, quindi molte persone sentendosi inadeguati lasciarono questo gruppo di “preghiere”. Invece molti benvoluti dal movimento riuscirono anche a trovare lavori importanti… era diventata una gara a chi aveva più potere, e questo succedeva anche tra di loro, tra preti e vescovi. Da quando lasciammo quel gruppo ci furono molti eventi negativi nella nostra famiglia, quasi distruttivi e avvenuti uno dietro l’altro.

 

Pagina 4 di 4

Mio padre l’anno successivo ricevette minacce di morte, dove mafiosi avevano pagato sicari per ammazzarlo, (papà in quegli anni prestava servizio nell’antimafia) per un anno ci furono limitate le uscite. Poi si ammalò, ebbe un intossicazione da farmaci che gli causò un grave problema al fegato, dalla nostra città fu trasferito a Milano con un aereo militare in fin di vita, fortunatamente si riprese. Nel periodo che i miei erano a Milano io e mio fratello eravamo come cani sciolti, eravamo stati affidati ai miei nonni, troppo anziani per controllarci. Io incontrai ciò che in futuro sarebbe diventato il mio ex marito, ai tempi era un ragazzo violento e spesso mi alzava le mani, quando decisi di lasciarlo scoprì che aspettavo un bambino, essendo minore non avevo potere decisionale sulla mia vita, e la decisione di portare avanti la gravidanza fu presa dai miei genitori. Questo mi portò un cambiamento nella mia vita, mi fecero lasciare la scuola, e i miei sogni l’ho riposti nel cassetto. La mia vita cambiò, contro la mia volontà e ho dovuto sposare quell’ uomo, che continuò ad essere violento, avendo il coraggio di lasciarlo solo 20 anni dopo. Ricordo un particolare successo 2 anni fa, mi trovavo al battesimo della mia nipotina, entro in chiesa qualche minuto e poi esco fuori con il mio compagno. Al termine della funzione vedo mia sorella uscire dalla chiesa con il prete, il quale mi cercava, chiedendo espressamente a mia sorella che voleva vedermi e lei lo accompagnò da me. Era uno di quei 60 preti appartenenti al movimento apostolico, si ricordava molto bene di me…. pensa che CARINO.. Una volta avvicinatosi oltre i complimenti che fece sul mio fisico fuori luogo, mi disse che si ricordava molto bene di me e dello scandolo di aver concepito una figlia alla mia giovane età. Mi disse: sai in quel periodo tutto il movimento parlava di te. Non fui capace di dare una risposta, alzai le spalle ignorandolo, anche perché avevo capito che la sua intenzione era farmi sentire sporca. Dopo avermi fatto il terzo grado mi salutò… da premettere che anche quando nacque mia figlia fui perseguitata dal prete del mio quartiere, anche lui appartenente al gruppo, dove mi costringeva al matrimonio visto che avevo avuto una bambina. Ritornando alle sventure di famigliari, mio fratello sempre in quel periodo inzia a frequentare brutte compagnie, e trovò l’alcol come suo migliore amico, ancora oggi è un alcolista e questo gli provoca lo sdoppiamento di personalità facendolo diventare aggressivo. Mia sorella, qualche anno dopo si innamora di un ragazzo più grande di lei di 7 anni, il quale faceva un abbondante uso di stupefacenti, riuscì a venirne fuori grazie al suo aiuto, ma ci cadde di nuovo dopo 10 anni. Questi gruppi di preghiera a parer mio sono distruttivi, non portano assolutamente la parola di Gesù, anzi storpiano ciò che lui realmente diceva… sono delle vere sette, e una volta fuori ne paghi il prezzo. Alcuni eventi particolari ci sono stati in quella donna, ma non per mano di divinità, questo ne sono più che sicura. In chiesa non ho trovato Dio, ma ben altro…la stessa signora Maria che si vantava di essere la prescelta di questa divinità costruì tutto su un Dio cattivo e punitivo, sono cresciuta con la paura verso di lui, che chissà che pene mi avrebbe fatto passare. Anche se in cuor mio ogni qualvolta lo pensavo sentivo che non era come lei lo spiegava. Ho conosciuto il vero Dio grazie ad Angel Jeanne la quale le devo molto, e non smetterò mai di ringraziarla. Nel suo libro “Dio esiste? Si, e sa chi sei ma tu non sai chi è lui” sono riuscita a conoscere attraverso le sue esperienze dirette il vero Dio, un Dio pieno d’amore, nulla a che vedere con quello che ci hanno fatto credere. Consiglio a tutti la lettura di questo capolavoro, un libro profondo dove ci insegna anche come avvicinarci a lui. Grazie Maestra.

Ps. Nel 2021 il movimento apostolico fu soppresso dopo 6 mesi di indagini e varii accertamenti da parte del Vaticano il quale dichiara che la signora aveva costruito tutto sulla menzogna, la donna non accettò ben volentieri questa scelta. Gli fu imposto di donare i beni del movimento ( tra immobili e denaro)in beneficenza alla Chiesa. Sul movimento apostolico c’erano già molte ombre, e molti pettegolezzi. Vi allego qui un piccolo video da chi iniziava ad indagare e la reazione della figlia della signora Maria: https://youtu.be/iCBKdGmF8VA

 

Maryall80

Questo documento è di proprietà di https://significato.online/. Tutti i diritti sono riservati, è vietata qualsiasi utilizzazione non autorizzata, totale o parziale, dei contenuti inseriti nel presente portale, ivi inclusa la memorizzazione, riproduzione, rielaborazione, diffusione o distribuzione dei contenuti stessi mediante qualunque piattaforma tecnologica, supporto o rete telematica, senza previa autorizzazione scritta da parte di Significato.Online. Ogni violazione verrà perseguita per vie legali. ©
0

Aggiungi un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commento *

Nome
Email
Sito Web

Vuoi aggiungere il tuo banner personalizzato? Scrivici a [email protected]