La morte dopo il siero

Pagina 1 di 1

Oggi, 09 luglio 2022, vorrei raccontare la storia di mia nonna.

L’anno scorso a 88 anni ha fatto 2 dosi del vaccino per il Covid, non so se per sua scelta personale o se è stata convinta dai medici o da altri parenti. Sta di fatto che da quel giorno tutto è iniziato a cambiare, in peggio e non tanto lentamente.

Prima di iniettarsi i sieri aveva i “normali” acciacchi di una persona di quella età, non camminava benissimo a causa di precedenti problemi alle ginocchia e alle anche, ma per il resto stava abbastanza bene ed era lucida.

Subito dopo aver fatto i vaccini non abbiamo notato nessun cambiamento a livello fisico, non nell’immediato almeno; infatti, la prima cosa che è iniziata subito a peggiorare è stata la sua mente. Senza apparente motivo, stava diventando giorno dopo giorno sempre più depressa e aveva gravi perdite di memoria che sono andate peggiorando: durante le conversazioni (sia dal vivo sia al telefono) smetteva di parlare e si bloccava fissando un punto davanti a sè e, quando riprendeva lucidità, si era dimenticata ciò di cui si stava parlando, o ciò che aveva fatto fino a quel momento. Tutte le giornate quindi erano scandite da questa lenta e inesorabile perdita di memoria: non ricordava se aveva mangiato, se aveva bevuto, cosa aveva fatto o letto mezzo minuto prima, in rarissimi momenti non si ricordava neanche dei suoi figli, è stato bruttissimo vederla così e vedere questo declino improvviso della sua mente. Oltre a ciò, l’inizio di depressione ha portato la nonna anche a sfamarsi molto di meno e a rifiutare cibo e acqua, se non lo stretto necessario. “E’ l’età”, dicevano i medici. E intanto continuavano a imbottirla di medicinali.

Finchè, a Pasqua di quest’anno, si è rotta il femore cadendo, e hanno dovuto portarla in ospedale per operarla. L’hanno operata dopo più di una settimana, e l’hanno tenuta là dentro per un mese. Un mese in cui io e miei genitori non siamo potuti andare a trovarla: per entrare in ospedale a trovare i degenti, infatti, bisogna avere il Super Green Pass, ovvero il lasciapassare che attesta l’avvenuta vaccinazione contro il Covid, e noi ne siamo sprovvisti in quanto non vaccinati. Dopo un mese in ospedale l’hanno trasferita in un altro policlinico per la riabilitazione, e finalmente almeno mia mamma è potuta andare a trovarla e a darle da mangiare. Ovviamente, però, non poteva entrare nel policlinico così come se nulla fosse: ha dovuto fare i tamponi nasali per accertare che non avesse il Covid.

Alla fine comunque, dopo due mesi, la nonna finalmente è tornata a casa.

Sono andata a trovarla a inizio di questa settimana, e sono rimasta scioccata: in ospedale quegli schifosi di medici l’hanno letteralmente AFFAMATA! Prima di entrare in ospedale era abbastanza in carne e invece quando l’ho vista era pelle e ossa, avrà perso quasi 30 kg in due mesi! E come se non bastasse, ormai la sua mente stava cedendo del tutto, aveva pochi momenti lucidi e molti altri di incoscienza e silenzio e dimenticanze. In questi pochi e ultimissimi giorni, poi, è peggiorata un sacco, il corpo ormai non ce la faceva più.

E proprio oggi, 09 luglio 2022, la storia di mia nonna è giunta al termine.

Ai fedeli seguaci del regime tutto ciò potrebbe magari sembrare una coincidenza, potrebbe sembrare il normale ciclo di vita di una persona per cui, raggiunta una certa età, è “normale” che il corpo ceda così. Certo però che è davvero una curiosa coincidenza che tutto questo declino sia iniziato subito dopo la seconda dose del vaccino Covid. Prima stava bene e avrebbe potuto vivere ancora qualche anno, e invece il vaccino e la permanenza in quell’ospedale-lager l’hanno uccisa.

Spero molti altri non cadranno in questo grave errore, non si può tornare indietro.

 

Ciao nonna.

 

ilary

 

Questo documento è di proprietà di https://significato.online/. Tutti i diritti sono riservati, è vietata qualsiasi utilizzazione non autorizzata, totale o parziale, dei contenuti inseriti nel presente portale, ivi inclusa la memorizzazione, riproduzione, rielaborazione, diffusione o distribuzione dei contenuti stessi mediante qualunque piattaforma tecnologica, supporto o rete telematica, senza previa autorizzazione scritta da parte di Significato.Online. Ogni violazione verrà perseguita per vie legali. ©
2+

Aggiungi un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commento *

Nome
Email
Sito Web

Vuoi aggiungere il tuo banner personalizzato? Scrivici a [email protected]