Avventura tra tumori e vaccini: nessuna correlazione?

Pagina 1 di 3

Dato che l’informazione ufficiale si sta impegnando per mettere a tacere l’opinione di medici e oncologi che conoscono il loro lavoro, e la corruzione si sta occupando di far dimenticare a molti altri medici e “specialisti” come svolgere onestamente la propria professione, ci tengo a raccontarvi l’avventura attraverso cui è passata un’amica di famiglia. La migliore amica di mia mamma – che chiamerò Monica per rispettare la sua privacy – si sta occupando da mesi di sua madre che ha un tumore. Monica è una persona molto attenta alla salute, da anni è consapevole che non è facile, ora più che mai, trovare medici veramente interessati a conoscere il funzionamento del corpo umano e come curarlo in maniera efficace. Purtroppo basta aprire gli occhi per accorgersi che molti medici hanno scelto questo mestiere per il posto fisso invece che per passione, oppure appena hanno iniziato a lavorare si sono completamente dimenticati di aver fatto il giuramento di Ippocrate. Passano le giornate a riempire ricette e prescrivere farmaci per riprendersi una percentuale anche dalle case farmaceutiche, vedendo i pazienti come numeri invece che come persone. Sto davvero sperando che in futuro la situazione sia ben diversa, che il sistema torni a essere molto più sano e giusto, ma purtroppo per il momento è importante aprire gli occhi sulla realtà attuale. Quindi per sua madre, oltre alle cure ospedaliere, aveva affiancato anche le cure naturali di un noto medico oncologo, che oltre a prescriverle farmaci naturali per il tumore, gliene stava dando anche altri per aiutare il suo organismo a riprendersi dalla chemioterapia. Per riflettere anche su quanto gli stessi medici siano consapevoli dei danni fisici che provocano le cure a cui vengono sottoposti i pazienti… Quindi veniva seguita sia dal team di medici per le cure naturali, sia dalla dottoressa dell’ospedale dove faceva le cure standard. Per farla breve, finalmente la madre di Monica, una signora di ben 84 anni, con tanto impegno e innumerevoli visite stava riuscendo a uscire dal tumore e dal terrore di questa malattia così pericolosa, soprattutto alla sua età!! Poi è arrivata la primavera del 2021, e insieme ad essa la grande spinta mediatica per far vaccinare più persone possibili, iniziando proprio dagli anziani e dalle cosiddette persone fragili. L’anziana signora, convinta dalla televisione, ha chiesto alla figlia di portarla a vaccinarsi. Pochi giorni dopo la prima dose, Monica ha accompagnato la madre in ospedale per una visita di controllo per la sua grave malattia. Lì, sono venute a sapere che i marcatori tumorali, che fino alla visita precedente si stavano abbassando sempre di più tornando a dare speranza alla donna, improvvisamente si erano alzati! Da quanto ci ha riferito Monica, i risultati dell’esame erano tornati a 180. Dapprima non riuscivano a spiegarsi l’accaduto. Un paio di settimane dopo è arrivata la seconda dose di vaccino, come da protocollo. E qualche giorno dopo, un’altra visita di controllo in ospedale. Anche stavolta hanno misurato i marcatori tumorali, e con grande stupore delle due donne, erano saliti a ben 370! Nonostante tutte le cure stessero proseguendo in modo impeccabile, le stesse cure che poche settimane prima la stavano portando alla guarigione! A Monica era già venuto un vago dubbio della possibile correlazione tra il vaccino ricevuto dalla madre e il peggioramento della malattia, e con quei risultati stavano venendo praticamente confermati

Pagina 2 di 3

Durante la visita successiva, quando già si parlava della terza dose, ha provato a chiedere alla dottoressa dell’ospedale se questa correlazione fosse una possibilità da considerare; solo per valutare se fosse così necessario sottoporre a un’ulteriore dose di vaccino una signora anziana che per colpa della malattia non usciva mai di casa, per la quale il rischio di contagio era praticamente nullo. La dottoressa le ha detto: “Se crede il vaccino abbia fatto alzare i marcatori tumorali a sua madre, semplicemente la prossima volta non li misureremo! L’importante è che porti sua madre a farsi la terza dose!!”. Questa risposta l’ha lasciata sbigottita, e lo stesso anche per noi quando ce l’ha raccontato! Non volevamo credere che davanti all’evidenza, la risposta del medico fosse semplicemente di togliere gli esami diagnostici (i marcatori tumorali sono un parametro fondamentale nel monitoraggio di questa malattia!!) per fare finta di nulla mentre la malattia ricominciava “inspiegabilmente” a peggiorare. Praticamente mandando la paziente, anziana e già indebolita, direttamente alla tomba, però prendendo la precauzione di togliere gli esami di controllo che l’avrebbero incriminata. O peggio, che avrebbero incriminato i Sacri Sieri, definiti miracolosi da tutti quei medici che, proprio come lei, si prendevano la bellezza di 80€ in più ogni ora passata a somministrarli nell’hub vaccinale. L’ennesima conferma che sempre più medici tengono molto di più al loro portafoglio che alla salute dei loro numerosi pazienti, perché dopo tutte le prove che c’erano già in quel momento degli eventi avversi e delle migliaia di persone morte o danneggiate per sempre dal vaccino, non riesco a credere che consigliasse il vaccino veramente convinta della sua utilità. Penso che ricorderemo a lungo il nome di quella “dottoressa”! Per curiosità, sono andata a fare ricerche sul team di medici che la seguivano per la parte di cure naturali. Si tratta di un gruppo formato da Medici di varie specializzazioni con vari riconoscimenti e grande esperienza alle spalle, nonostante più volte siano stati calunniati dai mass media proprio perché non seguivano i dettami tipici della medicina moderna prescrivendo gli stessi farmaci pubblicizzati dagli altri, nonostante i numeri di pazienti, dati per spacciati da altri e salvati da loro, ci sono e non sono indifferenti. Ebbene, l’intero team è esplicitamente contrario a queste vaccinazioni, e hanno più volte argomentato con tesi scientifiche la motivazione di questa scelta. Ovviamente Monica non ha portato la madre a ricevere la terza dose. Ma purtroppo, qualche mese dopo, il fratello l’ha portata di nascosto. Ancora una volta la televisione lo aveva convinto più dei fatti reali che gli erano stati piazzati davanti agli occhi: gli anziani andavano vaccinati “per il loro bene”, gli attori in TV continuavano a ripeterlo, e così, nonostante le evidenze e le paure (perfettamente logiche!) della sorella, ha portato la madre a farsi iniettare la terza dose di vaccino. Poco tempo dopo ho saputo che la donna è stata così male che tutti erano convinti che stesse per morire, Monica è rimasta a casa da lavoro almeno una settimana per stare al suo fianco costantemente. Sembra che si sia leggermente ripresa, anche se ora l’anziana è davvero in pessime condizioni. Dopo questa faccenda non ho più avuto aggiornamenti dettagliati. Monica continua a confidarsi con mia madre, ma non parlano più di questo argomento davanti a me, come se volessero proteggermi da discorsi così pesanti. Ho comunque gli occhi per vedere, ogni volta che passo davanti a casa loro… Offrirò comunque per sempre il mio supporto morale a questa donna coraggiosa, che ha provato fino in fondo a difendere la madre nonostante i consigli insensati della scellerata dottoressa, e che dopo questa esperienza ha capito di non voler fare mai questo “vaccino”, a nessun costo.

Pagina 3 di 3

Rischiare la salute e la vita per un Siero velenoso che non tiene lontano neppure il raffreddore, per arricchire le tasche di chissà chi, per lei è impensabile. Mi spiace per ciò che ha dovuto subire, vedendo la madre che finalmente si stava riprendendo, crollare nuovamente nel baratro scivolandole dalle braccia. È stata un’esperienza terribile e preferisco raccontarla a più persone possibili perché non debbano a loro volta vivere una situazione simile e provare queste sensazioni sulla propria pelle e su quella dei propri cari. In questo momento dove non ci si può fidare del sistema sanitario e della censura mondiale, è fondamentale supportarci tra di noi e far girare le notizie vere, realmente successe a noi e ai nostri cari!

 

Bluerose

 

Questo documento è di proprietà di https://significato.online/. Tutti i diritti sono riservati, è vietata qualsiasi utilizzazione non autorizzata, totale o parziale, dei contenuti inseriti nel presente portale, ivi inclusa la memorizzazione, riproduzione, rielaborazione, diffusione o distribuzione dei contenuti stessi mediante qualunque piattaforma tecnologica, supporto o rete telematica, senza previa autorizzazione scritta da parte di Significato.Online. Ogni violazione verrà perseguita per vie legali. ©

 

 

0

Aggiungi un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commento *

Nome
Email
Sito Web

Vuoi aggiungere il tuo banner personalizzato? Scrivici a [email protected]