Funtanazza e Su Bullone

Pagina 1 di 2

Quello che racconto riguarda una zona specifica della Sardegna (Verso il nord a 15 km da Alghero).
Io abito a Roma, ma spesso puntualmente ogni anno, vado nella seconda casa del mio compagno in Sardegna. Senza che me lo raccontasse venni alla scoperta del “fantasma di funtanazza”, un pastore deceduto in seguito ad una frana.

Prima di raccontare i miei episodi vissuti in prima persona c’è da sapere che la zona, dove vado in vacanza si trova esattamente al centro di 4 poderi pastorali. Quasi 30 anni fa i pastori del posto decisero di svendere una parte specifica del territorio, o meglio il posto in cui morì seppellito dalla frana Funtanazza.
Poco a poco si venne a sapere che quella zona era disturbata da due “fantasmi” e attualmente gli hanno dato il nome di “funtanazza” e “su bullone”.
Gli vennero dati questi nomi per il luogo esatto di provenienza “fantasma del ruscello” e “fantasma della roccia”.
La situazione per i pastori non era gestibile, per via di strani rumori, strani incidenti e animali che impazzivano.

Quando la famiglia del mio compagno prese il pezzo di terreno, e costruirono casa, si accorsero che qualcosa non andava. I primi segnali li avvertì suo fratello minore. In stanza avvertiva strane voci, dopodiché la cosa si era estesa in tutta la famiglia. Tra incubi, luci strane in casa, e animali (cani e gatti) che impazzivano nel bel mezzo della notte; per poi sentire un nostro caro amico operaio (molto scettico ed incredulo), che decise di non mettere più piede in casa se non in compagnia di qualcuno, in seguito ad un’esperienza vissuta in quella casa.

Nel periodo che venni in Sardegna. Senza venire a conoscenza di questa strana entità, passai la prima notte senza chiudere occhio. La parte sotto del mio letto era illuminata, e io mi sentii quasi sospesa in aria.
Il mio compagno e la sua famiglia il giorno seguente raccontarono bene nel dettaglio di chi e cosa fosse, poco a poco le cose si sono fatte ancora più inquietanti. In particolare l’ultima estate che vi ho trascorso.

Calcolando che la sua campagna sta nel bel mezzo del verde, e il primo lampione dista almeno a 10 km di distanza, sentimmo un rimbombo di una campana per più di un’ora, che non è la classica campanella che portano con sé le pecore, e non siamo riusciti a trovare la provenienza del rumore, visto che la chiesa più vicina dista a più di 15 km.

 

Pagina 2 di 2

Sempre la stessa notte, sentivi delle voci strazianti in lontananza avvicinarsi fino a casa.
Nello stesso periodo tornando tardi a casa, vidi una cosa di cui non mi ero mai accorta prima… In cima alla montagna c’era una piccola casetta in pietra con una piccola finestrella illuminata. Non feci mai caso a questo piccolo dettaglio. Tant’è che decisi il giorno successivo di indagare e andare di persona. Ebbene la mattina successiva, quella casetta non esisteva più. Non so se esistono anche case fantasmi, ma mi ha scioccata questa apparizione.
Anno dopo anno siamo riusciti a definire poco per volta questa “persona”. Riconosciamo il suo aspetto, la sua presenza, e ultimamente ci ha indicato anche la sua vecchia casetta che ora come ora dovrebbe trovarsi sotto terra, vicino al grande focolare della campagna stessa del mio compagno. Non si sa ancora se agisce così per via del territorio o se cerca aiuto o è alla ricerca di una cosa in particolare. Spero comunque di risolvere questi piccoli dubbi la prossima volta che ci passo.

 

Madda

Questo documento è di proprietà di https://significato.online/. Tutti i diritti sono riservati, è vietata qualsiasi utilizzazione non autorizzata, totale o parziale, dei contenuti inseriti nel presente portale, ivi inclusa la memorizzazione, riproduzione, rielaborazione, diffusione o distribuzione dei contenuti stessi mediante qualunque piattaforma tecnologica, supporto o rete telematica, senza previa autorizzazione scritta da parte di Significato.Online. Ogni violazione verrà perseguita per vie legali. ©
0

Aggiungi un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commento *

Nome
Email
Sito Web

Vuoi aggiungere il tuo banner personalizzato? Scrivici a [email protected]