La Sirena

Pagina 1 di 2

Un racconto molto noto e conosciuto nel mio paese, è sicuramente la leggenda intitolata “la Sirena”.

Il luogo è situato nella costa vicino ad Ancona, nelle Marche!!

La storia narra che sulla spiaggia, era solita osservare il tramonto una fanciulla di nome Miti, la ragazza più bella del paese, figlia di un povero pescatore.

Miti cantava e guardava il mare in attesa di qualcuno.

Dovete sapere che tempo prima fece un sogno molto strano in cui vide venire dal largo del mare una piccola barca guidata da un bellissimo giovane, che con un bel sorriso gli disse:

“Vieni via con me, mia dolce sposa”.

Questo sogno colpì molto la ragazza, infatti sulla spiaggia attendeva che il sogno si tramutasse in realtà.

Nell’attesa del suo arrivo, la fanciulla cantava con voce melodiosa una strana canzone che nessuno comprendeva.

I giovani del posto, catturati dalla sua bellezza, si rivolgevano a lei con dolci parole, chiedendole di diventare loro sposa.

Ma lei decisa, rispondeva sempre alla stessa maniera:

“Tua sposa? perché dovrei sposarti se il giovane che io attendo è molto migliore di te?”

Umiliati non si fecero più vedere, stando alla larga poiché tutti ricevettero la medesima risposta!

Passava il tempo, ma Miti non si stancava di cantare e attendere il suo futuro sposo, cantava e attendeva senza sosta.

Finalmente una sera, una barca apparve all’orizzonte…

Con molta gioia riconobbe la barchetta che aveva sognato tempo prima, difatti mano a mano che si avvicinava alla costa, si notava un bellissimo giovane marinaio dai capelli neri.

Quando si avvicinò, la ragazza gli corse incontro abbracciandolo dicendo:

“Benvenuto mio sposo. Se sapessi da quanto tempo ti attendo!”

Il giovane rispose:

“Ti sbagli fanciulla, non sono venuto per te, ma per Azzurrina che sarà mia moglie, eccola la vedi?”

Miti infatti vide la ragazza poco lontano che avanzava verso il giovane.

I due si salutarono teneramente e salirono nella barca del giovane marinaio.

 

Pagina 2 di 2

 

Distrutta dal dolore scoppiò in un pianto ed entro nell’acqua seguendo la barca nuotando fino a perderla di vista.

Mentre nuotava continuò a cantare la canzone della sua lunga attesa, che ora diventò il triste richiamo del suo amore perduto, continuando a seguirla fino a tarda notte.

Nel paese, da quel giorno non si seppe più niente di Miti, ma qualcuno assicurò di aver visto a largo una fanciulla dai capelli verdi, con il corpo rivestito di squame e aver udito tra le onde del mare una canzone melodiosa.

Miti si era trasformata in una sirena.

 

Alessiaa

 

Questo documento è di proprietà di https://significato.online/. Tutti i diritti sono riservati, è vietata qualsiasi utilizzazione non autorizzata, totale o parziale, dei contenuti inseriti nel presente portale, ivi inclusa la memorizzazione, riproduzione, rielaborazione, diffusione o distribuzione dei contenuti stessi mediante qualunque piattaforma tecnologica, supporto o rete telematica, senza previa autorizzazione scritta da parte di Significato.Online. Ogni violazione verrà perseguita per vie legali. ©
0

Aggiungi un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commento *

Nome
Email
Sito Web

Vuoi aggiungere il tuo banner personalizzato? Scrivici a [email protected]