Ricetta Polpettine di Verdure


Pagina 1 di 4

 

Tutti conosciamo l’importanza del mangiare sano e consumare più verdure. A volte tendiamo a consumare le verdure in modo noioso e triste, perciò oggi ho deciso di condividere qui con voi questa ricetta sperimentata qualche giorno fa, che sicuramente non renderà triste chi ama poco la verdura. 

Premetto che non ho visto nessuna ricetta e che quindi sono andata a occhio. Cercherò di dare maggiori informazioni possibili sulle dosi. 

(LEGGERE TUTTO PRIMA DI PREPARARE LA RICETTA) 

 

Innanzitutto vorrei dare dei consigli, ma ancor prima dei consigli vorrei fare una premessa per il sale.

Allora, per quanto ci possano piacere i cibi saporiti, dobbiamo comunque tenere d’occhio la quantità di sale che mettiamo. Questa ricetta era nata con l’idea di fare un piatto completamente privo di sale,ma sapevo che non l’avrei gradito perché le abitudini sbagliate (quale aggiungere il sale ovunque) vanno regolate poco a poco fino ad eliminarle, cosa che andrebbe fatta anche con lo zucchero proprio per sentire il vero sapore del cibo. Quindi, sapevo che non sarei riuscita a gradirlo immediatamente, se fosse stato completamente privo di sale, ma ho comunque limitato le dosi. Poiché nell’impasto metteremo il formaggio, il sale potremmo ometterlo completamente. Io l’ho messo sia nelle carote e piselli, sia nell’acqua per bollire le patate. Ma la prossima volta non metterò il sale nell’acqua per bollire e man mano limiterò l’uso del sale ovunque. 

Quindi se voi siete abituati a mangiare molto salato, limitate le dosi; se siete già abituati a poco sale allora meglio così!

 

Pagina 2 di 4

 

Ritornando ai consigli:

La base di questa ricetta è la patata; io ne ho utilizzate due di 2 tipologie differenti. 

Una più dura e che in cottura diventa molto appiccicosa l’altra era invece molto farinosa. Entrambe a pasta bianca. Ad ogni modo per questa ricetta va benissimo utilizzare una patata a pasta bianca e una a pasta gialla. Ma se avete solo quelle a pasta bianca in casa va bene lo stesso, l’impasto sarà molto cremoso per cui aggiungeremo più pangrattato per compattare l’impasto. Quindi, queste sono le due tipologie di patata che ho usato. 

Voglio spiegarvi tutto per bene perché la realizzazione e il risultato finale della ricetta dipende ovviamente da ogni passo che si fa in cucina.

Un’altra premessa anche sul pangrattato: io ho utilizzato le fette biscottate, va bene qualsiasi fetta biscottata che avete in casa o anche il Pangrattato già comprato. A me quello già pronto non piace, quindi ho usato le fette. 

Io ne ho usate circa 5 o 6 grattugiate nell’impasto e 1 o 2 per panare le polpettine. 

Il Pangrattato da aggiungere all’impasto ovviamente dipenderà da quanto sarà molliccio l’impasto, perché appunto la patata che utilizzeremo potrebbe rendere l’impasto più mollo oppure più duro, quindi regolatevi ad occhio e quando riuscite a formare delle palline che non si appiccicano in mano (ma che non devono nemmeno essere dure come un mattone), allora è pronto l’impasto per poter fare le polpettine. 

 

Quindi tornando alle patate, utilizzate 2 patate di media misura. 

Le andremo a bollire, ma non intere. 

Per velocizzare il tempo la tagliamo a cubetti e la mettiamo a cuocere in acqua bollente e salata.

Questo è il primo passo da fare in modo che finite tutte le altre preparazioni avremo le patate già cotte e anche freddate. 

Adesso andremo a preparare invece piselli e carotine. 

Io ho fatto a occhio, ma più o meno ho utilizzato l’equivalente di 1 bicchiere e mezzo o 2 bicchieri di piselli congelati (se avete quelli nel barattolo va bene lo stesso o meglio ancora se li avete freschi) tagliamo poi le carotine a cubetti, filo d’olio, pochissimo sale e lasciamo andare a fuoco medio con il coperchio. Non aggiungeremo acqua all’inizio, poiché il vapore dei Piselli congelati si scioglierà creando un po’ di vapore che si trasformerà poi in acqua. Quando poi vedete che il composto comincia ad asciugarsi andrete ad utilizzare l’acqua delle patate che sta bollendo, così non la butteremo. 

Nel frattempo cuociamo gli spinacini, meglio se avete quelli freschi. Io ne ho usati davvero pochissimi perché dovevo consumarli, ma se ad esempio avete bietola, broccoli, mais, fagiolini, qualsiasi tipo di verdura buttatela dentro come se non ci fosse un domani. Più verdura c’è meglio è!

Tornando agli spinaci, non li bolliamo perché cuociono in fretta e se li bolliamo perdono le proprietà, per cui prendiamo una padella, filo d’olio e mettiamo gli spinacini precedentemente lavati; coperchio e cuociono al vapore. 

Ci metteranno pochissimo a cuocere e noterete che nella padella si formerà dell’acqua color verde. Non buttatela e aggiungetela ai piselli così da non sprecare nulla. 

Ritornando ai piselli, se questi si sono cotti e le carote sono ancora dure (non dovrebbe succedere) non vi preoccupate perché saranno ottime lo stesso, d’altronde le carote si dovrebbero consumare crude!

 

Pagina 3 di 4

 

Quando tutto sarà cotto fate raffreddare e partiamo con gli ingredienti per l’assemblaggio delle nostre polpettine!!

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Pagina 4 di 4

 

Ora che avete visto le immagini potete comprendere che non vi basterà che mischiare tutto insieme e procedere con la cottura, però prima qualche accorgimento.

Quando create le polpettine schiacciatele un po’ tipo come se voleste fare una sorta di mini hamburger, schiacciatele ma non troppo, giusto per favorire la doratura. 

Una volta che le polpettine sono pronte per essere infornate, ungete con un filino d’olio sia la base che sulla superficie delle polpettine così da ottenere quella crosta simile a quando facciamo la frittura, ma non sarà fritta! 

Se non avete il forno ventilato (che cuoce prima e crea quell’effetto crosta dorata più in fretta del forno statico) aumentate il grado, va bene 180 gradi e vi regolate ad occhio; girate le polpettine una ad una per farle dorare bene. 

Mentre le girate potreste notare che le polpettine sono estremamente morbide e sembra che quasi si vogliano spappolare. 

Non vi preoccupate è normale. 

Quando saranno ben dorate le togliamo dal forno trasferendole in un tegame freddo e le lasciamo riposare fino a quando non saranno tiepide o fredde. Noterete che si saranno compattate per bene e ora non vi resta che mangiarle. Bon Appétit!

 

Anonimo

 

Questo documento è di proprietà di https://significato.online/. Tutti i diritti sono riservati, è vietata qualsiasi utilizzazione non autorizzata, totale o parziale, dei contenuti inseriti nel presente portale, ivi inclusa la memorizzazione, riproduzione, rielaborazione, diffusione o distribuzione dei contenuti stessi mediante qualunque piattaforma tecnologica, supporto o rete telematica, senza previa autorizzazione scritta da parte di Significato.Online. Ogni violazione verrà perseguita per vie legali. ©
3+

1 Commento

  1. Bellissimo ed invitante articolo, stupende anche le immagini e la presentazione. Questa ricetta è sana e deliziosa, talvolta capita che ai componenti della famiglia venga voglia di pizza e credo che questo piatto invece, che tra l’altro è rapido da preparare, soddisfi i gusti e le voglie di tutti visto che ci sono anche i carboidrati ma in giuste quantità come dovrebbe essere. Grazie 😊 domani voglio provarlo 😊

Aggiungi un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commento *

Nome
Email
Sito Web

Vuoi aggiungere il tuo banner personalizzato? Scrivici a [email protected]