Società Moderna: Tecnologia

Pagina 1 su 3

Nel corso dei secoli la tecnologia ha completamente cambiato il modo in cui comunichiamo: la stampa, il telegrafo, il telefono, il giornale, la radio, la televisione.

In questo momento come quando fu inventata la televisione siamo vivendo in una rivoluzione iniziata nel 1962 con l’idea di collegare alcuni computer insieme(il progetto ARPANET), oggi sono connesse quasi tre miliardi di persone.

Internet è veloce, infatti nei suoi primi venticinque anni, il telefono connetteva il 10% dell’intera America. Quando con Internet nel 1995 meno dell’1% della popolazione mondiale era connesso, il primo miliardo si raggiunge nel 2005, due miliardi nel 2010 e tre miliardi alla fine del 2014.

I vantaggi di Internet sono tanti, e sono tutt’intorno a noi, infatti in un sondaggio britannico le persone mettono Internet in cima al loro elenco di elementi quotidiani essenziali prima del WC, l’auto e il televisore. Ma i rischi sono meno evidenti. Ce ne sono almeno quattro.

 

Dipendenza

In un’indagine effetuata da SOS Il Telefono Azzurro Onlus un ragazzo su cinque dichiarava di essere sempre online e il 17% ammetteva di non essere in grado di smettere. In un sondaggio di Cisco il 90% di giovani tra i 18 e i 30 anni in 18 nazioni controllano Internet come prima cosa al mattino, anteponendo l’abitudine alla comunicazione interpersonale. In un’altro sondaggio il 67% delle donne affermava che Internet interferiva con il tempo speso con i loro partner. Tra 1500 persone in Inghilterra il 56% tra i 18 e i 30 anni preferiscono Internet e i social media a leggere un libro.

 

Sappiamo troppo e capiamo poco

La quantità di informazioni su Internet è inimmaginabile, in un minuto gli utenti di Facebook pubblicano 3,3 milioni di post, su Twitter vengono pubblicati circa 500 mila tweet. Su Youtube si caricano 500 ore di video e si cercano 3,8 milioni di cose su Google.

Ci sono così tanti dati che dobbiamo inventare nuove parole per descriverli. La quantità di dati è incredibile. Creiamo circa 2,5 trilioni(exabite) di dati in un giorno che riempirebbero 10 milioni di dischi blu-ray, che messi uno sopra l’altro sarebbero 4 torri Eiffel messe una sopra l’altra. E il 90% dei dati del mondo è stato creato negli ultimi due anni. Un sacco di informazioni su Internet non hanno neanche senso, Internet non è sempre spesso fonte affidabile di informazioni e di quelle che troviamo ne esageriamo l’accuratezza e l’importanza. E in tutto questo la seconda domanda più cercata su Google con il termine “how to(come)” è: how to love(come amare)? Google questo non lo sa ma ti ruba il tempo di conversare con la persona che lo sa, te stesso.

Pagina 2 su 3

Pericolo della privacy

Centinaia di cookies tracciano costantemente i posti che frequentiamo. I nostri telefoni loggano informazioni su di noi anche se sono spenti, basta avere il wi-fi acceso. Le app che utilizziamo vendono le nostre informazioni personali a terze parti. In uno studio si dice che il 47% delle app di Apple condividono la nostra posizione e il 73% delle app di Android condividono le nostre mail e questo in uno studio del 2015. In continuazione lasciamo briciole digitali su internet con il nome di “cookies” che tracciano la nostra navigazione su internet per farci vedere annunci che ci interessano ma uno studio del Princeton University comunica che diversi siti ora utilizzano metodi più invasivi per esempio sapere il livello di batteria del tuo iPhone aiuta i siti a riconoscerti, non serve cancellare i cookie. Viene creato un tuo profilo consumatore di cui non sei a conoscenza e non hai controllo, in questo modo i siti riescono a capire cosa ti piace o cosa no. E i dati vengono anche venduti a società di marketing e questi dati forniscono una conoscenza dettagliata della vostra vita. Internet saprà se sei gay prima che lo sappia tua madre.

 

Criminalità online

Internet è pieno di criminalità. Nell’agosto del 2010 l’investigazione internazionale Operation Delego chiuse un cerchio pedofilo chiamato Dreamboard che aveva 600 membri, e che poteva aver distribuito 123 terabyte di pornografia infantile(quasi 16,000 DVD). In italia nel 2016 il Centro nazionale per il contrasto della pedopornografia online ha coordinato 576 indagini all’esito delle quali sono stati eseguiti 51 arresti e 449 denunce. In Italia il fenomeno dei reati informatici è cresciuto del 51% in 5 anni. Nel 2016 gli spazi web riconducibili a xenofobia e razzismo sono stati 96. Gli spazi web monitorati 1120. E in Italia 2 ragazzi su 3 sono stati vittima di cyberbullismo, quando i ragazzi sono oggetto d’insulti, offese, e altro, per i ragazzi è difficile denunciare: una delle prime cose che succede è che si sentano in colpa, sbagliati, che abbiano difficoltà a confidarsi per paura di ulteriori conseguenze spiega Nunzia Ciardi, Direttore del servizio Polizia Postale e delle Comunicazioni.

Il cybercrime costa all’Italia 9 miliardi all’anno.

 

In conclusione

Le nuove tecnologie si fanno strada nelle nostre vite e nella nostra cultura che non possiamo fare altro che parteciparvi con altre persone. Le nuove tecnologie creano bisogni che prima non avevamo e che non possiamo astenerci di soddisfare e non utilizzarle ci mette in svantaggio di comunicazione rispetto alle persone, e tu sei costretto a conformarti. Ad esempio oggi tutti hanno un telefono ma se tu non ce l’hai saresti frustrato per non poterti mettere in contatto con le persone. Ma facciamo finta che vuoi tenerti in contatto con le persone che rispettano le tue decisioni ma non esiste un lavoro in cui non hai bisogno di un telefono. E così le nuove tecnologie si fanno strada nella cultura.

Dobbiamo prendere misure attive per educare i giovani riguardo ai pericoli di Internet. Internet presenta sfide per mantenere vitali le nostre capacità critiche e rimanere connessi alle persone nella vita reale.

Dobbiamo ristabilire il contatto con il mondo naturale, parlare faccia a faccia, smettere di utilizzare Internet ogni volta che siamo annoiati. Dobbiamo controllarci non perchè Internet è una cosa malvagia ma perchè è una cosa molto molto bella, ma in modi che sono dannosi per le nostre capacità mentali, perchè ne siamo dipendenti.

Internet ha il potere di mettersi in mezzo in qualunque cosa importante, a partire dalla tua vita.

 

Jaskaran S.

Pagina 3 su 3

Link

 

1 http://www.internetlivestats.com/

2 https://www.technologyreview.com/s/427787/are-smart-phones-spreading-faster-than-any-technology-in-human-history/

3 http://www.pewinternet.org/fact-sheet/internet-broadband/

4 http://www.standard.co.uk/news/uk/half-of-brits-think-surfing-the-internet-is-more-essential-than-spending-time-with-family-9837709.html

5 http://www.psicologiaperugia.it/approfondimenti/dipendenza-da-internet/

6 http://www.megliosapere.info/2016/02/dipendenza-internet-crescita-ragazzi/

7 http://m.ragan.com/Main/Articles/90_percent_of_young_people_wake_up_with_their_smar_45989.aspx

8 https://newsroom.cisco.com/press-release-content?type=webcontent&articleId=1114955

9 https://www.emarketer.com/Article/Checking-Messages-Part-of-Almost-Everyones-Morning-Routine/1013779

10 http://www.dailymail.co.uk/sciencetech/article-2862432/Are-love-SMARTPHONE-75-women-admit-devices-ruining-relationships.html

11 https://www.booktrust.org.uk/usr/library/documents/main/1576-booktrust-reading-habits-report-final.pdf

12 http://www.smartinsights.com/internet-marketing-statistics/happens-online-60-seconds/

13 https://www.quora.com/How-much-data-is-created-each-day

14 https://trends.google.com/trends/explore?date=all&q=how%20to

15 http://www.bbc.com/news/technology-34732514

16

https://www.engadget.com/2016/12/16/2016s-biggest-privacy-threat-your-phone/

17 https://www.nbcnews.com/mach/technology/princeton-study-exposes-weird-new-ways-sites-are-spying-you-n622391

18 https://en.wikipedia.org/wiki/Cybercrime

19 http://www.repubblica.it/tecnologia/sicurezza/2017/01/03/news/resoconto_attivita_polizia_postale_e_delle_comunicazioni_per_l_anno_2016-155298916/

20 https://www.franzrusso.it/security-privacy/cybercrime-italia-fenomeno-reati-informatici-cresciuto-51-percento-5-anni/

21 https://www.franzrusso.it/security-privacy/cybercrime-italia-fenomeno-reati-informatici-cresciuto-51-percento-5-anni/

22 http://www.lastampa.it/2017/02/07/tecnologia/news/in-italia-ragazzi-su-in-italia-sono-stati-vittima-di-cyberbullismo-vy3ecfE185Pr5XNfyl18YJ/pagina.html

23 http://www.ilsole24ore.com/art/tecnologie/2016-05-12/il-cybercrime-costa-italia-9-miliardi-anno-122729.shtml?uuid=ADZrMQG&refresh_ce=1

 

 

Questo documento è di proprietà di https://significato.online/. Tutti i diritti sono riservati, è vietata qualsiasi utilizzazione non autorizzata, totale o parziale, dei contenuti inseriti nel presente portale, ivi inclusa la memorizzazione, riproduzione, rielaborazione, diffusione o distribuzione dei contenuti stessi mediante qualunque piattaforma tecnologica, supporto o rete telematica, senza previa autorizzazione scritta da parte di Significato.Online. Ogni violazione verrà perseguita per vie legali. ©

 

8+

Vuoi aggiungere il tuo banner personalizzato? Scrivici a [email protected]

6 Commenti

  1. grazie, non immaginavo che internet avesse tutti questi lati negativi, è necessario fare molta attenzione. Grazie per questo articolo 🙂

  2. Grazie per aver condiviso il tuo scritto che ho trovato davvero sensazionale!

  3. È verissimo, siamo quasi costretti a farne uso ai giorni d’oggi, altrimenti saremmo davvero troppo svantaggiati. La tecnologia è sicuramente molto bella, ma in qualche modo ne diventiamo sempre dipendenti senza accorgercene. Dovremmo sicuramente prestarci più attenzione. Per il resto è bello usufruire della comodità.

  4. Un articolo davvero interessante e utile. Grazie!

  5. Molte di queste notizie sono sconvolgenti, ma purtroppo all’ordine del giorno. Sono informazioni che tutti dovrebbero conoscere!!!

  6. Molto interessante, un quadro completo dei diversi lati negativi di internet di cui è importante esserne a conoscenza. Per quanto riguarda i metodi di controllo e soprattutto spionaggio che realizzano su di noi consiglio di vedere il film “Snowden”, basata su una storia reale. 🙂

Aggiungi un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commento *

Nome
Email
Sito Web